Esigenze sanitarie nei processi di macinazione: la sterilizzazione dei chicchi di grano

sterilizzazione-cereali-770x570

Il mercato molitorio è in continua evoluzione a causa della richiesta dei consumatori che sono alla ricerca di prodotti sempre diversi, innovativi e più sani.

L’industria molitoria produce farine specifiche che non solo devono incontrare le necessità delle industrie da forno ed il gusto differenziato dei consumatori quotidiani, ma che rispondano anche alla richiesta principale dei supermercati e dei consumatori: l’igiene dei prodotti.

L’igiene e la sicurezza alimentare sono sempre più richieste: oggi, la maggior consapevolezza di essere ciò di cui ci nutriamo e l’approfondita conoscenza dei principi di una corretta nutrizione, hanno fatto sì che sia sviluppata una sensibilità superiore verso questo aspetto.

Per quanto riguarda in particolare il mondo molitorio, le aziende costruttrici, più attente a queste nuove esigenze, hanno sviluppato macchine che sono in grado di purificare il grano da ogni tipo di impurità. Stiamo parlando di impurità superficiali sia di tipo organico come batteri, funghi e muffe, sia di tipo inorganico come metalli, ceneri e prodotti disinfestanti.

I macchinari che garantisco un risultato migliore sono gli sterilizzatori dotati di utensili in metallo abrasivo. Questo tipo di strumenti, oltre a permettere di regolare l’intensità dell’abrasione tramite un PLC, garantiscono un risparmio energetico del 50% rispetto alle macchine che cercano di ottenere un risultato simile tramite compressione e sfregamento tra i chicchi.

L’utilizzo di questo tipo di sterilizzatori consente:

  • Una rimozione totale dei metalli pesanti quali piombo e ferro, la cui presenza non verrebbe accettata dalle società produttrici di alimenti per bambini.
  • L’abbassamento del 6-8 % del valore di ceneri.
  • La rimozione di muffe, batteri, funghi e relative micotossine.

Il frumento trattato con queste macchine risulta purificato da corpi estranei superficiali di ogni natura: non solo mantiene lontano dall’impianto di macinazione gli agenti infestanti più pericolosi, ma rende il cereale profondamente pulito e quindi adatto ad ogni tipo di alimentazione umana.

Altro fattore da non sottovalutare è l’usura provocata durante la fase di purificazione della superficie dei cereali. Anche in questo ambito sono stati fatti importanti passi avanti per realizzare mantelli in acciaio Inox suddivisi in porzioni intercambiabili a vicenda che non richiedono la sostituzione integrale.

Per questo motivo sono stati progettati utensili temperati ad induzione sino a 750 HB (durezza in gradi Brinnel) ed utensili a doppia rigatura per poter lavorare su un secondo fronte dopo aver consumato il primo.

pietro-barbalarga
Pietro Barbalarga Commercial Director barbalarga@omasindustries.com